Verona, identificata donna fatta a pezzi: è una marocchina 46enne

Benedetta Dalla Rovere
Carabinieri in Via Cogne 20 nel palazzo dove è stato tenuto nel fusto per un mese il cadavere di Andrea La Rosa

Appartiene a una 46enne marocchina che abitava a Verona da una ventina d'anni, il cadavere smembrato, ritrovato tre giorni fa in un campo a Gardoni Valeggio sul Mincio. Lo confermano fonti dei carabinieri di Villafranca, dopo che il sindaco di Valeggio, Angelo Tosoni, aveva parlato della vicenda al 'Corriere del Veneto'. La vittima aveva il permesso di soggiorno, lavorava saltuariamente come badante e addetta alle pulizie. Viveva da sola da quando, anni fa, si era separata dal marito, che ora i carabinieri stanno cercando.

La vittima indossava solo la biancheria intima e per gli investigatori sarebbe stata uccisa e fatta a pezzi non nel campo dov'è stata trovata (dove non ci sono tracce di sangue), ma in una località diversa, probabilmente non molto distante. Per confondere le tracce, poi, l'omicida ha sezionato il cadavere in una dozzina di parti, utilizzando con ogni probabilità una motosega, e si è liberato dei resti lungo una strada di campagna. Il corpo è stato trovato a Gardoni, vicino un uliveto e a poca distanza da un ex deposito militare, in una zona dove ci sono molti animali selvatici, compresi i cinghiali, che avrebbero potuto far sparire i resti.

Di sicuro, però, il killer sapeva che il recinto, accanto al quale ha lasciato il cadavere, era elettrificato. Il cavallo che abitualmente è all'interno non è stato turbato dalla sua presenza. A trovare i sacchetti con dentro il corpo della vittima è stata proprio la padrona dell'animale, che il 30 dicembre ha notato la testa della vittima nel prato e ha dato l'allarme.

Decisive per identificare la vittima sono state le impronte digitali, rilevate domenica scorsa dal medico legale nel corso dell'autopsia. Gli esiti saranno importanti per tentare di stabilire le cause della morte della 46enne. Un compito non facile, proprio perchè il killer ha fatto di tutto per confondere le tracce.

Sul perchè la 46enne sia stata uccisa, però, è ancora giallo. In attesa della relazione del medico legale, i carabinieri di Verona stanno indagando sulla vita della donna, con un'attenzione particolare soprattutto sulle sue amicizie e frequentazioni. 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità