Verona, positivo all’alcoltest chiama il padre: l’uomo è ubriaco

Verona

Un uomo di 36 anni è stato fermato a Verona dalla Polizia stradale. Sottoposto all’alcoltest, l’uomo è risultato positivo. Immediatamente ha chiamato i genitori per farsi venire a prendere e guidare al posto suo. Ma all’arrivo del padre, il 36enne e gli agenti di polizia hanno ricevuto una sorpresa inaspettata.

Verona, 36enne positivo all’alcoltest

Anche il padre, infatti, giunto sul posto indicato dal figlio precedentemente fermato dalla Polizia stradale, si è presentato ubriaco. L’uomo, un 63enne, guidava la sua auto in evidente stato di ebrezza. Così gli agenti hanno provveduto a ritirargli la patente e denunciarlo. Il padre superava di quasi il doppio il valore consentito.

Dopo alcuni minuti dalla chiamata del figlio, sono arrivati i suoi genitori. Uno per guidare una seconda vettura e l’altro per recuperare quella del figlio. Così informa Fanpage.it. I due uomini sono tornati a casa grazie alla guida sicura e prudente della mamma, nonché moglie del 63enne. È lei l’unica risultata sobria.

“Il problema principale per la sicurezza stradale è la mancanza di consapevolezza da parte dei cittadini dei rischi che derivano dal fatto di guidare dopo aver bevuto o usando il cellulare”, spiega Girolamo Lacquaniti, Dirigente della Polizia stradale di Verona. Quindi ha specificato: “Troppi sono convinti che qualche bicchiere non incida sulle loro capacità. Lo dimostra il fatto che, pur sapendo di essere atteso dalla Polizia stradale, il sessantatreenne denunciato, si è presentato alla guida con un tasso alcolemico di quasi 1, quando il limite massimo è pari a 0.5”. In molti non pensano alla sicurezza propria e altrui, mettendosi a bordo della propria vettura sebbene abbaino assunto alcolici o sostanze stupefacenti.

In un rapporto dell’Istat risalente a luglio 2018, si informa che nel solo 2017 Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia locale hanno registrato ben 41.476 infrazioni al codice della strada per guida in stato di ebbrezza. Tuttavia, nella statistica in questione, non si specifica il valore. Non è noto, informa l’Agi, se si tratti di valori leggermente superiori o di molto superiori al limite consentito, pari a o,5 mg di alcol nel sangue. A questi numeri, fa sapere ancora l’Agi, si aggiungono le 5.289 infrazioni al codice della strada (art. 187) per guida sotto effetto di sostanza stupefacenti.