Verstappen come seme della discordia, ed una foto allegata ad un silenzio assordante

Alonso provoca Hamilton: "I titoli di Verstappen valgono di più", la risposta di Lewis è durissima
Alonso provoca Hamilton: "I titoli di Verstappen valgono di più", la risposta di Lewis è durissima

Che tra Lewis Hamilton e Fernando Alonso corra cattivo sangue non è ormai una novità: i due sono stati oltre che acerrimi rivali, ma anche compagni di squadra nel 2007, e già ai tempi le cose non andarono per niente bene tra quello che ai tempi era solo un rookie e il due volte campione del mondo. A causa del loro cattivo rapporto l’annata fu disastrosa tra dispetti e tensioni varie. Negli anni questa rivalità sembrava essersi diluita, ma ultimamente uno scambio di battute poco gentili pare aver risvegliato l’astio del campione inglese, che pur restando in silenzio, non ci è andato molto leggero.

Verstappen come seme della discordia, ed una foto allegata ad un silenzio assordante

Già a Spa Alonso aveva riservato per il collega parole decisamente poco gentili, dopo gli errori dell’inglese il suo giudizio era stato davvero molto duro, spingendosi a dire che: “ Hamilton sa guidare solo se parte primo“.

Parole certo non gentili, ma che sembravano essere rientrate visto lo scambio di cappellini in Olanda, ma ecco un’altro intoppo: in un’intervista per De Telegraaf sempre Alonso avrebbe dichiarato che, i due titoli di Verstappen varrebbero più dei 7 di Hamilton, in quanto il pilota Red Bull ha avuto avversari più competitivi.

Il giorno dell’uscita dell’intervista Alonso ha provato a rimediare alla sua ennesima uscita pubblicando un post su Twitter: “E ancora. Per fare, tutti i titoli sono fantastici e stimolati. Incomparabili tra loro, godiamoci campioni e leggende del nostro tempo. Stanco della continua ricerca di titoli“.

Anche Hamilton ha risposto a modo suo, pubblicando una foto dei due, primo e secondo con lo stesso team, mentre l’inglese batte una pacca sulla spalla all’insofferente collega più esperto. Una foto che per molti è una chiara risposta ad Alonso, e non delle più gentili.