Verstappen vince il Gran premio di Miami davanti a Leclerc e Sainz

FLORENT GOODEN / DPPI via AFP

AGI - Max Verstappen vince la prima edizione del Gran Premio di Miami, piazzando la sua Red Bull davanti alla Ferrari di Charles Leclerc.

Gara praticamente dominata dal pilota olandese (comprensiva di giro migliore e punto aggiuntivo), capace di prendersi la testa della corsa già nei primi giri, salvo poi sudare soltanto nel finale a causa dell'entrata in pista della Safety Car, con il monegasco che comunque non è riuscito a restituire il sorpasso.

Chiude il podio l'altra rossa di Carlos Sainz, davanti alla seconda Red Bull di Sergio Perez. Quinta e sesta la Mercedes con George Russell e Lewis Hamilton.

Il pilota olandese campione del mondo in carica accorcia così a -19 da Leclerc leader del mondiale.

In partenza del Gran Premio degli Stati Uniti, Leclerc mantiene senza problemi il primo posto, mentre Sainz si lascia sorprendere da Verstappen che si mette subito alle spalle del monegasco.

La Red Bull sembra averne di più e, infatti, all'inizio del nono giro l'olandese balza in testa, compiendo un sorpasso pulito e senza troppi problemi ai danni del rivale, guadagnando presto un vantaggio che arriva fino a 7 secondi dopo il primo valzer di pit stop.

Sainz e Perez seguono a distanza, mentre dietro Bottas tiene la sua Alfa Romeo in un'ottima quinta posizione.

Hamilton stabile al sesto posto, l'altra Mercedes di Russell invece guadagna diverse posizione salendo settima.

Fila tutto liscio e senza particolari emozioni fino al giro numero 41, quando un contatto tra Norris e Gasly forza l'entrata in pista della Safety Car annullando tutti i distacchi.

Gli ultimi dieci giri sono da fiato sospeso, con Leclerc che le prova tutte per riprendersi la posizione su Verstappen, ma l'olandese dimostra di averne più e riallunga fino a prendersi il successo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli