## Vertice Nato, la messa in scena di Trump -2-

Loc

Bruxelles, 12 lug. (askanews) - Stamattina, il presidente americano non ha apprezzato le notizie della stampa che non davano sufficiente importanza all'insoddisfazione manifestata ieri per l'inadeguatezza degli impegni di spesa degli alleati. "Avevo detto che sarei stato molto scontento se non avessero aumentato i loro impegni in modo molto sostanzioso, perché gli Usa hanno pagato una cifra enorme, probabilmente il 90% del costo della Nato... In realtà, sono rimasto sorpreso che la cosa non sia stata rilevata, ma ieri ho fatto sapere loro che ero estremamente insoddisfatto per quello che stava succedendo", ha riferito lo stesso Trump durante la sua conferenza stampa di oggi pomeriggio.

Così, entrato al vertice in ritardo e irritato, stamattina il presidente americano ha cominciato ad attaccare prima Merkel, con la storia del gas russo, e affermando che non è accettabile che un paese ricco continui a pagare così poco, poi Belgio e Spagna, che spendono in difesa addirittura meno dell'1% del Pil, poi la Francia, che "dovrebbe fare molto meglio". L'Italia, che pure è ancora poco sopra l'1%, non l'ha attaccata, anzi, secondo le fonti ha detto che "ci sono interessanti sviluppi al governo" del Paese. Ha criticato, invece, l'Ue per la pessima gestione delle sue frontiere. (Segue)