Vertice prefettura Napoli: telecamere su ambulanze, body cam e gps -3-

Red/Gtu

Roma, 7 gen. (askanews) - E tutti i vertici delle forze dell'ordine "hanno ribadito la massima disponibilità a fornire supporto tecnico per l'adeguamento dei sistemi di videosorveglianza esistenti presso i nosocomi, nonché in generale per la verifica dell'adeguatezza di tutti i sistemi di sicurezza, compreso il miglior utilizzo delle guardie particolari giurate". Ma hanno anche sottolineato l'importanza della "tempestiva e circostanziata denuncia di episodi di aggressione per consentire adeguati interventi".

Infine, è stato deciso di "proseguire attentamente il costante monitoraggio del fenomeno, anche attraverso periodiche riunioni del tavolo in prefettura, anche al fine di seguire le fasi di attuazione dell'ammodernamento tecnologico dei dispositivi per la sicurezza".

La riunione è stata presieduta dal viceprefetto vicario, Luca Rotondi, cui erano presenti, oltre al questore Alessandro Giuliano e ai comandanti provinciali dell'Arma dei Carabinieri, Canio Giuseppe La Gala e della Guardia di Finanza, Gabriele Failla, la regione Campania, rappresentata dal direttore generale per la tutela della salute, accompagnato dai direttori generali delle Asl napoletane, dai direttori generale dell'Azienda ospedaliera Cardarelli, dell'Azienda dei Colli, dal delegato dell'Azienda ospedaliera Santobono, dal Direttore della centrale operativa del 118 e dal dirigente della zona e telecomunicazioni Campania e Molise.