## Vertice Ue-Cina, cooperazione necessaria, ma resta difficile -6-

Loc

Bruxelles, 22 giu. (askanews) - Riguardo alle questioni regionali e internazionali, infine, si parlato di un piano d'azione congiunto globale per preservare l'accordo sul nucleare iraniano, della situazione in Afghanistan e nella penisola coreana, e L'Ue ha sottolineato l'importanza di difendere il diritto internazionale nel settore marittimo.

"Le relazioni Ue-Cina - ha dichiarato Michel al termine del vertice - si sono evolute negli ultimi anni. La nostra interdipendenza economica elevata e dobbiamo lavorare insieme su sfide globali come l'azione per il clima, il raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile o la pandemia Covid-19". Per Michel coinvolgere la Cina e cooperare con Pechino " sia un'opportunit che una necessit, ma allo stesso tempo - ha avvertito - dobbiamo riconoscere che non condividiamo gli stessi valori, gli stessi sistemi politici o lo stesso approccio al multilateralismo". Nei rapporti con la Cina, ha concluso, "ci impegneremo in modo chiaro e sicuro, difendendo con forza gli interessi dell'Ue e con fermezza sui nostri valori".

Von der Leyen, sempre al termine del summit, ha sottolineato che "la pandemia di Covid-19 e una serie di importanti sfide bilaterali e multilaterali mostrano chiaramente che il partenariato Ue-Cina cruciale, sia in termini di commercio, che di clima, tecnologia e difesa del multilateralismo. Ma affinch le nostre relazioni si sviluppino ulteriormente - ha precisato -, necessario che si basino di pi sulle regole e che siano pi reciproche, al fine di raggiungere condizioni di parit reali ('a real level playing-field', ndr).