## Vertice Ue-Cina, cooperazione necessaria, ma resta difficile -5-

Loc

Bruxelles, 22 giu. (askanews) - L'Ue ha inoltre invitato la Cina a "partecipare pienamente" alla "revisione indipendente degli insegnamenti tratti dalla risposta sanitaria internazionale al Covid-19, commissionata dalla risoluzione adottata nell'ultima Assemblea dell'Oms". Un eufemismo che cela le accuse per la mancanza di trasparenza con cui Pechino ha cercato di nascondere, all'inizio, la gravit della situazione nella regione di Wuhan, da cui partita la pandemia.

Su Hong Kong, l'Ue ha ribadito le sue "gravi preoccupazioni per le misure adottate per imporre da Pechino la legislazione sulla sicurezza nazionale", e ha avvertito che considera quelle misure "non conformi alla Legge fondamentale di Hong Kong e agli impegni internazionali della Cina".

L'Unione europea ha espresso poi "preoccupazione per il deterioramento della situazione dei diritti umani", e in particolare per "il trattamento delle minoranze nello Xinjiang e del Tibet e dei difensori dei diritti umani, nonch delle restrizioni alle libert fondamentali". Da parte europea sono stati sollevati alcuni singoli casi, tra cui "i rapporti riguardanti cittadini scomparsi dopo aver riferito o espresso le loro opinioni sulla gestione dell'epidemia di Coronavirus, nonch la detenzione arbitraria continuata del cittadino svedese Gui Minhai e di due cittadini canadesi, Michael Kovrig e Michael Spavor".

(Segue)