Vertice Ue, Conte: "C'è stata svolta, sono ottimista"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Questa notte abbiamo lavorato fino all’alba, direi che c’è stata una svolta. Dobbiamo essere ancora cauti fino alla fine, fino alla stretta finale, ma sono cautamente ottimista”. Sono le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel punto stampa durante la quarta giornata del vertice Ue.

Sulla governance “c’è stato uno scontro in questi giorni, non permetterò che un singolo paese possa vere la possibilità di un sistema di controllo e di verifica. Spetta agli organi comunitari”. L’Italia conserverà i 170 miliardi di cui si è parlato? “Ieri per l’ennesima volta c’è stato un duro confronto. Ho spiegato che c’è un limite e non va superato, per la dignità dell’Italia e degli altri paesi che in questo momento attraversano la fase più acuta della crisi. Questo piano è stato elaborato dalla Commissione europea e se viene riempito di ostacoli operativi e di meccanismi che ne condizionano l’efficiacia, non serve a nulla. Ho richiamato tutti ad un’assunzione di responsabilità, qui non stiamo scherzando".