Vertice Ue, non ancora ripresa plenaria, consultazioni separate

Loc
·1 minuto per la lettura

Bruxelles, 19 lug. (askanews) - Non ancora ripresa la riunione plenaria del Consiglio europeo di Bruxelles, prevista inizialmente a partire da mezzogiorno, per la terza giornata del difficilissimo negoziato dedicato al bilancio comunitario pluriennale 2021-2027 e al Recovery plan post pandemico da 750 miliardi. Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, continua ad avere incontri bilaterali o con piccoli gruppi di capi di Stato e di governo, e stamattina c' stata una riunione, ospitata dalla delegazione tedesca, della cancelliera Angela Merkel con il presidente francese Emmanuel Macron, il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, il premier spagnolo Pedro Sanchez e la presidente della Commissione Ursula von der Leyen. E' chiaro che il negoziato potr andare avanti, con una nuova proposta di compromesso presentata da Michel, solo se i quattro paesi "frugali" (Olanda, Austria, Danimarca e Svezia) la smetteranno di "rilanciare" e convergeranno su un compromesso accettabile per tutti gli altri paesi riguardo alle dimensioni dei fondi previsto dal Recovery plan "Next Generation EU", e ai principi di 'governance', ovvero meccanismi e procedure di approvazione dei piani nazionali di investimenti e riforme finanziati da quei fondi. Resta poi da risolvere anche la questione della "condizionalit" legata al rispetto dello stato di diritto, dove i paesi critici sono la Polonia e soprattutto l'Ungheria.