Via a Enhance, PoliMi nell’alleanza di 7 univeristà tecniche europee

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 mar. (askanews) - Più di mille studenti, accademici e interlocutori chiave provenienti dalla società e da università partner si sono incontrati online per il lancio di Enhance per discutere di istruzione digitale, smart working, relazioni internazionali e mobilità. L'evento inaugurale, trasmesso in nove Paesi dell'Ue, segna l'avvio di 'Enhance - European Universities of Technology Alliance', che riunisce sette atenei europei tra cui il Politecnico di Milano.

Al centro del dibattito come le università europee possano rappresentare il terreno fertile per la nascita di nuovi modelli di collaborazione e apprendimento reciproco. "Le nostre società stanno attraversando un cambiamento profondo - ha detto Anne Borg, presidente di Enhance - Le nostre università si sono adattate molto velocemente alla situazione dettata dalla pandemia, garantendo l'apprendimento continuo grazie alla tecnologia e alle classi virtuali; tuttavia, alcuni vantaggi della modalità di apprendimento tradizionale sono andati perduti, soprattutto in relazione alla crescita interpersonale e al benessere psicologico".

La presidente ha sottolineato che "con Enhance intendiamo mettere le persone in condizione di sviluppare e utilizzare la scienza e la tecnologia a vantaggio della società. Insieme puntiamo a trasformare le sfide globali in opportunità".

L'alleanza, che oltre al PoliMi vede la partecipazione della Technische Universität Berlin, Warsaw University of Technology, Universitat Politècnica de Valencia, RWTH Aachen, Norwegian University of Science and Technology e Chalmers University of Technology, è finanziata dal programma ERASMUS+ per le università europee. Lo scopo è attuare l'idea di un campus europeo, privo di barriere fisiche, amministrative o formative, all'interno del quale studenti, insegnanti e personale si possano muovere liberamente.