Via libera al booster dopo 4 mesi

·1 minuto per la lettura

AGI - Il richiamo della dose booster si farà a 4 mesi. Lo decreta una circolare del ministero della Salute che sancisce il passaggio dei tempi di intervallo dagli attuali 5 a 4 mesi. Sarà il Commissario straordinario per l'emergenza Francesco Paolo Figliuolo a indicare il via. "Sulla base delle esigenze organizzative della campagna vaccinale - si legge nella circolare - indicherà la data di effettiva attuazione del nuovo intervallo temporale previsto".

"Alla luce delle disponibilità di vaccini" il Commissario Straordinario Francesco Paolo Figliuolo "sta organizzando il dispositivo per anticipare a 4 mesi la somministrazione delle terze dosi a favore di tutti coloro per i quali è raccomandata la dose booster, dando priorità alle persone anziane e a quelle fragili" fa sapere la struttura commissariale che aggiunge: "In tal senso, la data di avvio dei richiami verrà comunicata dopo un confronto tecnico con le Regioni/Province autonome".

Figliuolo, dopo quanto stabilito dal Cts dell'Aifa e alla luce della circolare del ministero della Salute, "ha aperto la possibilità - a partire dal prossimo 27 dicembre - di effettuare le terze dosi per tutti i giovani delle classi 16 e 17 anni e per i soggetti fragili della fascia 12/15 anni a rischio potenziale di forme gravi di Covid-19. Al momento - si spiega in una nota della struttura commissariale - per queste categorie sarà possibile utilizzare solo il vaccino Pfizer, secondo le tempistiche e modalità già raccomandate".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli