Via libera dell'Europarlamento a nuovo Erasmus, fondi raddoppiati

·2 minuto per la lettura

L'Europarlamento ha adottato in via definitiva Erasmus+ per il 2021-2027, il programma faro dell'Ue per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. Il programma vedrà i suoi finanziamenti quasi raddoppiati nel periodo 2021-2027 (oltre 28 miliardi di euro, da diverse fonti) rispetto ai sette anni precedenti (14,7 miliardi di euro).

Nelle fasi conclusive dei negoziati con il Consiglio, i deputati sono riusciti a ottenere un importo aggiuntivo di 1,7 miliardi di euro. Il nuovo Erasmus+ offrirà più strumenti e risorse a sostegno dell'inclusione.

La Commissione e i Paesi europei dovranno presentare piani d'azione per migliorare l'accesso all'apprendimento e alla mobilità per le persone che storicamente hanno avuto meno possibilità di parteciparvi (persone con una disabilità, in stato povertà, o che vivono in località remote, provenienti da un contesto migratorio).

Per chi non dovesse avere mezzi sufficienti a coprire i costi iniziali di partecipazione al programma (ad esempio per l'acquisto di un biglietto ferroviario o la prenotazione di un alloggio) sono previste sovvenzioni supplementari, compresi anticipi. Le domande con costi più elevati legati a misure a garanzia dell'inclusione non potranno essere respinte.

Rispetto al precedente Erasmus+, il nuovo programma sarà esteso per permettere agli studenti dei programmi d'insegnamento per adulti di trascorrere fino a sei mesi in un altro paese dell'Unione.

Il nuovo Erasmus+ sarà più semplice e gestibile, con sistemi informatici più agevoli da usare e meno pratiche amministrative. Offrirà uno speciale sistema di finanziamento per partenariati su scala ridotta, destinato alle organizzazioni più piccole come le associazioni giovanili e i club sportivi.

Verrà inoltre misurato il contributo del programma al raggiungimento degli obiettivi di spesa per il clima dell'Ue e ne sarà ridotta l'impronta ambientale, per esempio incentivando mezzi di trasporto rispettosi del clima per i partecipanti.

"Erasmus+ è uno dei programmi dell'UE con un finanziamento significativamente più alto e include molti cambiamenti e miglioramenti sostanziali, in modo da poter continuare a rafforzare il senso di appartenenza europeo e offrire migliori opportunità di lavoro agli europei", ha dichiarato il relatore Milan Zver, sloveno del Ppe.

Il testo è stato approvato senza votazione perché non sono stati presentati emendamenti, secondo la procedura legislativa in seconda lettura. Il programma è inoltre già stato approvato dal Consiglio ed entrerà in vigore immediatamente dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli