Via libera di AIFA alla somministrazione di Novavax

·1 minuto per la lettura
Aifa autorizza Novavax
Aifa autorizza Novavax

Dopo il via libera da parte di Ema anche AIFA, l’agenzia italiana del farmaco ha autorizzato in via ufficiale la somministrazione di Nuvaxovid, il vaccino anti-covid prodotto dalla casa farmaceutica Novavax. Stando a quanto ha informato la stessa AIFA, i dati rilevati dalla commissione tecnico scientifica hanno mostrato come l’efficacia del vaccino sia pari al 90%.

Aifa autorizza Novavax, “Due dosi a distanza di tre settimane”

L’agenzia italiana del farmaco ha informato che il ciclo vaccinale completo di Novavax prevede due dosi somministrate l’una ad un intervallo di tre settimane dall’altra. I destinatari di questo vaccino saranno soggetti di età superiore o uguale a 18 anni.

Aifa autorizza Novavax, Palù: “Un miliardo di dosi con Covax”

Intanto il presidente di AIFA Palù, intervenuto davanti alle telecamere di Skytg24 ha spiegato quali sono i vantaggi del vaccino di Novavax. Questo vaccino infatti “rispetto ai vaccini mRna non necessita della catena del freddo e questo è un vantaggio”, ha affermato l’esperto.

L’introduzione di Nuvaxovid ricoprirà un ruolo attivo sulla vaccinazione di massa su scala globale. Palù a tal proposito ha aggiunto che questo vaccino “sarà distribuito in un miliardo e mezzo di dosi, con il sistema Covax, nei paesi in via di sviluppo”.

Aifa autorizza Novavax, CTS valuta anticipo terza dose

Nel frattempo la commissione tecnico scientifica di AIFA, starebbe valutando una nuova riduzione delle tempistiche per ciò che riguarda la somministrazione della terza dose. Quest’ultima passerebbe dagli attuali 5 mesi a 3 mesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli