Via libera solo nelle zone gialle

·2 minuto per la lettura
zone italia regole seconde case
zone italia regole seconde case

Il nuovo dpcm del Premier Giuseppe Conte ha diviso l’Italia in tre fasce in base alla criticità dell’emergenza Covid-19: zone rosse (Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria, Bolzano e 10 comuni della Provincia autonoma); zone arancioni (Puglia e Sicilia) e zone gialle (tutte le restanti regioni). Dalle zone gialle alle zone rosse le misure sono via via più restrittive.

I provvedimenti riguardano anche la mobilità. Il decreto, infatti, ha vietato gli spostamenti tra Regioni e Comuni diversi da quelli dal proprio di residenza, salvo ragioni comprovate legate a lavoro, studio oppure salute per quanto riguarda le zone arancioni e rosse. I residenti delle zone gialle, salvo i medesimi motivi, invece, non potranno spostarsi verso regioni che presentano elevati coefficienti di rischio.

In molti, dunque, si stanno domandando: è possibile recarsi nelle seconde case? La risposta dipende dalla zona in cui risiede chi vorrebbe effettuare lo spostamento e in quale zona vorrebbe andare.

Per chi vive in zone rosse e arancioni

Le persone che vivono nelle zone rosse (Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta e Calabria) non potrà spostarsi nelle seconde case. È infatti vietato ogni spostamento non ritenuto necessario anche nel medesimo Comune di residenza. Si potrà, dunque, andare nelle seconde case soltanto nel caso in cui ci siano comprovate necessità, come un guasto che mette a rischio l’abitazione.

Le persone che vivono nelle zone arancioni (Puglia e Sicilia), invece, potranno spostarsi nelle seconde case soltanto nel caso in cui essa si trovi nello stesso Comune di residenza. Viceversa, è vietato. È ad ogni modo raccomandato gli evitare gli spostamenti non strettamente necessari.

Per chi vive nelle zone gialle

Le persone che vivono nelle zone gialle, al contrario, possono spostarsi anche in regioni diverse a patto che siano anch’esse con il medesimo livello di rischio. Per coloro che hanno una seconda casa nella stessa regione o in altre regioni gialle, dunque, via libera. Per coloro che hanno una seconda casa in zone arancioni o rosse, invece, sarà vietato.