Viaggi di Nozze, gli errori del film con Carlo Verdone che non avevi mai notato

·1 minuto per la lettura

Sabato 22 maggio su Rete 4 in prima serata, va in onda uno dei film cult per eccellenza del cinema italiano: Viaggi di Nozze. Quattordicesimo film da regista per Carlo Verdone, fu campione di incassi della stagione cinematografica 1995/96. Nel cast oltre all'immenso Verdone, troviamo Claudia Gerini, Veronica Pivetti e Cinzia Mascoli. C'è anche una delle prime apparizioni cinematografiche di Manuela Arcuri con la sua memorabile battuta 'n'ascella si e una no'.

LEGGI ANCHE:-- Viaggi di nozze, in pochi sanno che… ecco le curiosità del film cult

Se non avete mai visto il film, vi suggeriamo di recuperarlo così non solo vi divertirete, ma potrete aguzzare la vista e vedere alcuni errori presenti nel film. Nonostante questo per noi il film, continua ad essere perfetto!

Quando il cognato di Giovanni legge la lettera che la moglie ha scritto all'amante, lo chiama con due nomi differenti. In un primo momento legge "Guido amore mio" ma poi leggendo la lettera per intero dice "Stefano amore".

Nel negozio di Loredana ad un papà cade a terra il "gelatino". Fate attenzione perché il gelato gode di vita propria e cambia posizione nelle tre inquadrature.

Raniero e Fosca sono nell'albergo di Ferrara e vanno a dormire. Ad un certo punto Raniero si sveglia e sostiene che Fosca sia andata in bagno 34 minuti prima. In realtà quando vanno a letto l'orologio della campana segna la mezzanotte, e quando il nostro protagonista si sveglia sono le 00.50.

Ivano uscendo dalla piscina dell'acquasplash ha i boxer perfettamente asciutti

La coppia Berardi arriva al porto; ma le scarpe delle sposa cambiano dalla macchina alla nave. Quando scende dall'auto ne indossa un paio bianche con cinturino, ma sulla nave le scarpe sono a punta e senza cinturino.

Crediti foto@Ufficio stampa CG Entertainment

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli