Viaggio introspettivo fra mistero e adrenalina, è 'Non fare del bene' di Andrea Bartolucci

·1 minuto per la lettura

Andrea Bartolucci, dopo il successo de 'Il nemico mi ha reso libero', firma la sua seconda opera per la Falco M. Edizioni, offrendo ai suoi lettori un sequel dal titolo 'Non fare del bene'. Il sottotitolo in copertina rivela fin da subito uno dei più interessanti elementi della trama 'Il ritorno di Nigiel Hopkins', personaggio chiave nel primo romanzo del 2020. Ci troviamo nuovamente di fronte a una storia realistica, scritta in prima persona che incuriosisce anche chi non ha ancora avuto modo di incontrare l’autore attraverso il suo precedente lavoro.

Lo stile asciutto e diretto permette di calarsi completamente nei panni e negli umori del protagonista che giunge nella Repubblica Dominicana in cerca di risposte e di uno stile di vita più autentico, quello che per molti Occidentali è ancora un sogno da inseguire andando altrove: ricco di contraddizioni ma anche del senso più profondo dell'esistenza.

Le descrizioni dei luoghi sono vivide. Il protagonista umano molto umano. I personaggi delineati con accuratezza in un viaggio introspettivo, condensato di mistero e adrenalina. Personaggi nati alla penna di chi, nato a Città di Castello, in provincia di Perugia, per via del suo lavoro di dirigente di azienda nel settore della Grande Distribuzione Specializzata, ha vissuto in molte città italiane oltre ad aver girato il mondo con l'intento di conoscere nuove culture.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli