Vice capo Polizia in Thailandia: vertici su mafie e latitanti

Red/Sav

Roma, 29 nov. (askanews) - Breve visita in Thailandia di una delegazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, guidata dal vice capo della Polizia italiana Vittorio Rizzi, volta a consolidare il rapporto di collaborazione con un Paese strategico nella cattura dei latitanti e nel contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso.

La missione italiana - spiega il Ministero dell'Interno - è stata scandita dalla generosa ospitalità dell'ambasciatore italiano a Bangkok Lorenzo Galanti, dalla visita al DSI thailandese (Department of Special Investigation), dall'incontro con l'Attorney General e con gli Esperti della sicurezza di tutto il mondo accreditati in Thailandia.

Rizzi, oltre ai pericoli delle infiltrazioni mafiose all'estero, ha richiamato l'attenzione sulla minaccia rappresentata dai crimini dell'odio e dal terrorismo di matrice suprematista, che richiede una forte collaborazione e operatività congiunta delle forze di polizia a livello transnazionale.