Vice ministra del Re: Italia punta a corridoi umanitari europei -2-

Ihr

Roma, 8 ott. (askanews) - "Nel caso dei corridoi umanitari europei, l'idea che ci sia un vero progetto di vita, un percorso di integrazione è un valore aggiunto fondamentale per garantire che ci sia un equlibrio fermo restando che gli aspetti più complessi devono essere presi in considerazione. Non si possono non ascoltare le istanze di coloro che hanno timori e di conseguenza rispondere sia con i corridoi che con altri strumenti", ha proseguito Del Re.

"Per quanto riguarda il progetto di Mediterranean Hope, il ministero degli Esteri ha già messo a disposizione una piattaforma di esperti che contribuiranno per tutti gli aspetti tecnici nell'ottica di questo lavoro di squadra integrata che ha la finalità di fare una proposta fattibile realizzabile e concreta" ha concluso la vice ministra definendo il corridoio umanitario "uno degli strumenti che ha provato di essere uno dei più virtuosi in assoluto".