Vicenza, pilota ha un infarto in volo: prima di morire riesce a far atterrare il velivolo

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Prima di morire ha voluto portare a termine il suo lavoro, ossia far atterrare l’aereo. Il pilota poi si è accasciato con il volto sui comandi del velivolo ed è deceduto nonostante i soccorsi. Con lui c’era anche un passeggero che fortunatamente è illeso.

Un pilota ha un infarto in volo, riesce ad atterrare ma muore

Il pilota aveva 73 anni e si chiamava Renato Fornaciari. Originario della provincia di Parma ma residente in trentino, stava girando un film tra le montagne Vicentine. Mentre era in volo a bordo di un Tiger Moth, Fornaciari, ha avuto un forte malore. Sebbene si fosse reso conto di essere arrivato al capolinea della sua vita, il pilota ha evitato uno schianto ed è atterrato sull’erba permettendo all’unico passeggero di salvarsi.

I soccorsi

I soccorsi sono giunti immediatamente sul luogo insieme ai vigili del fuoco. Dopo che il corpo è stato estratto dal velivolo, gli operatori del 118 hanno utilizzato anche il defibrillatore per cercare di rianimare il pilota 73enne. Purtroppo però non c’è stato nulla da fare. Sul luogo del decesso sono arrivati anche i carabinieri per indagare sulla vicenda.

Il pilota stava girando un film

Renato Fornaciari, come si apprende da Leggo, stava girando un film dal titolo “L’isola che non c’è. La vera storia di Peter Pan“, prodotto dalla Jolefilm di Marco Paolini. La pellicola è ancora in fase di lavorazione e narra di un soldato austro-ungarico morto nel 1918 sul Monte Grappa e sepolto nel Sacrario di Cima Grappa. L’aereo utilizzato dal pilota deceduto, infatti, era un velivolo storico risalente agli anni ’30.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli