Victoria Cabello: "Simona Ventura non è stata generosissima con me"

Victoria Cabello Simona Ventura
Victoria Cabello Simona Ventura

Reduce dalla vittoria a Pechino Express, Victoria Cabello ha parlato della collega Simona Ventura, rivelando che non è stata troppo generosa con lei. A cosa si riferisce? L’ex fidanzata di Barù non ha risparmiato neanche i giudici che l’hanno affiancata a X Factor nel 2014.

Victoria Cabello parla di Simona Ventura

Intervistata dal Corriere della Sera, Victoria Cabello si è tolta qualche sassolino dalle scarpe. Ha ripercorso i momenti più importanti della sua carriera, fino ad arrivare all’ultima avventura a Pechino Express, che l’ha vista trionfare insieme a Paride Vitale. Parlando dell’esperienza a Quelli che il calcio, dove dal 2012 ha sostitutito Simona Ventura, non ha potuto fare altro che sganciare una frecciatina nei riguardi della collega. Le ha riservato belle parole, sia chiaro, ma tra le righe si coglie qualche malumore.

Le parole di Victoria Cabello sulla Ventura

Victoria ha dichiarato:

“Mi sa che sono la sua riserva, la panchinara. Me lo avevano proposto anche una terza volta per Il contadino cerca moglie, ma ho detto no grazie: dai ragazzi, è troppo. Per altro credo lo avessero chiesto a chiunque, anche alla mia vicina di casa. Ho sempre stimato tantissimo Simona Ventura, è stata una di quelle donne che ha sdoganato un certo modo di fare televisione. Il suo Sanremo era modernissimo, c’era un mondo dentro, certo non c’erano gli ospiti purtroppo… ma non per colpa sua. Poi Simona non è stata generosissima con me, però pazienza, sottoscrivo quello che ho sempre detto: era avanti, coraggiosa, moderna nel linguaggio, ha fatto scuola”.

La Cabello stima la Ventura, ma non può evitare di sottolineare che con lei non è stata “generosissima“. Al momento, non è dato sapere a cosa si riferisca.

Victoria Cabello sui giudici di X Factor

Non solo Simona Ventura, Victoria ne ha approfittato per parlare anche dei giudici che l’hanno affiancata ad X Factor nel 2014, ovvero Fedez, Mika e Manuel Agnelli. Ha ammesso:

“Queste esperienze ti insegnano cosa non sai fare e dove non devi andare. Mi sentivo male a dover dare dei giudizi su ragazzini carichi di sogni, lì poi è una lotta interna, c’è un ego tra i giudici che ciao. Io non sono portata per fare la televisione urlata, quello è uno show dove per farti valere devi alzare i toni: ma se lo fa un uomo è un figo, se lo fa una donna è una str***a isterica. In quel contesto mi sono proprio bloccata“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli