Vidal contro i calendari intasati: "Il calcio è festa, non mercato degli schiavi"

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 mag. – (Adnkronos) – "Tutte queste partite mettono a rischio l'incolumità dei giocatori, che possono vedere le loro carriere accorciarsi moltissimo". Lo dice il centrocampista dell'Inter Arturo Vidal, intervistato dalla Fifpro, in merito al sempre maggiore intasamento dei calendari calcistici internazionali. "Come ogni lavoro è necessario per i giocatori ogni tanto staccare, perché lo stress sicuramente influisce sulla salute mentale di ogni atleta. Ricordiamoci che il calcio è una festa, non il mercato degli schiavi", aggiunge il cileno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli