Il video che fa capire quanto sono inquinate le spiagge nel mondo

Samuele Prosino

La pagina Facebook Take 3 (Take 3 for the sea il nome completo) ha condiviso un video che fa male a tutti gli amanti della natura e in generale del pianeta.

Il video è molto semplice: è ambientato in una spiaggia hawaiana (quella di Kailua) e mostra delle persone intente a setacciare la sabbia. Il risultato è abbastanza raccapricciante. Guardate:

La spiaggia in questione è sulla traiettoria del Great Pacific Garbage Patch, la corrente di rifiuti plastici che popola l’oceano pacifico su un vasto territorio. Le acque inquinate si depositano sulla spiaggia, con tutta una serie di micro e macro rifiuti che non solo rovinano la bellezza di queste isole, ma distruggono dalle fondamenta l’ecosistema dell’oceano.

Guarda anche: I 10 rifiuti più comuni sulle nostre spiagge, contati uno per uno

Anche in Italia il problema è piuttosto sentito, visti i tanti chilometri di costa del nostro territorio. Ocean Initiatives, la campagna di raccolta dei rifiuti dalle spiagge di Surfrider, nel 2016 ha raccolto 1398 metri cubi di materiale, grazie all’azione di 35mila volontari lungo 1.140 km di costa. Un grande numero di rifiuti che, se non controllata, porterà alla formazione di una ulteriore corrente di rifiuti anche nel Mar Mediterraneo.

Non più un paradiso

Non si trtta solo di grandi rifiuti, ma anche di microparticelle. Oltre a mozziconi di sigarette, involucri per alimenti, bottiglie e tappi di plastica, sacchetti e lattine, ci sono tantissimi rifiuti plastici non visibili ingeriti per altro dai pesci che arrivano sulle nostre tavole.

Guarda anche: Chi mangia pesce ingerisce plastica: uno studio firmato Sky Ocean Rescue

Si stima che il danno annuale al settore della pesca nell’Unione Europea, provocato dalla presenza di detriti in mare, sia di circa 61,7 milioni di euro. La spazzatura in mare rappresenta un serio pericolo per la fauna marina: pesci e crostacei, una volta intrappolati nella plastica, hanno solo il 20% di probabilità di uscirne indenni.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità