Video-chiamata Salvini-Le Pen, fan di Madame in rivolta: "Lui sta con Draghi"

·1 minuto per la lettura

La video-chiamata tra Marine Le Pen, leader del Rassemblement National e Matteo Salvini, segretario della Lega, anima il dibattito social dei fan francesi di madame Marine. Lei, ieri pomeriggio, ha pubblicato su Facebook la foto che la ritrae al tavolo, di fronte al notebook, dove è inquadrato Matteo Salvini. Subito i suoi follower social (per la cronaca poco più di 1,6 mln, a fronte degli oltre 5 milioni dell'italiano, per l'esattezza 5.014.462) iniziano a commentare l'incontro virtuale tra i due leader 'cugini'.

Il via lo firma la pasionaria francese che scrive "felice di parlare con Matteo Salvini. Un alleato di lunga data il cui movimento partecipa al governo italiano", assicurando che "da domani sapremo ritrovarci per costruire l'Alleanza delle nazioni europee". Molti si limitano a un 'bravo Marine', tributando il plauso alla loro eroina, declinato in varie salse: Allez Marine, Marine President e via digitando. Altri però entrano nel merito del rapporto franco-italiano. E non manca chi la mette in guardia, come ad esempio Cassandra che scrive "non vi siete accorti, che non sentite più Salvini fare il suo circo, da quando c'è Draghi?", Stephane invece ci va giù pesante: "Matteo Salvini è il Giuda che ha raggiunto Mario Draghi". "No, no, no, no. Ha dato l'italia ai cinesi e poi al m5s", avverte un altro fan.

Qualcuno ricorda alla Le Pen che il partito di Salvini ha pure perso le ultime elezioni. Ma Danielle lo difende "ciò non toglie che rimanga un amico e un alleato per Marine", come pure Paolo 'ospite' italiano della bacheca della leader del Rn: "Ricordatevi che quelle città erano già in mano alla sinistra". Chiude Pascal che chiede una informazione tecnica: "Matteo parla francese?".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli