Video porno su schermi negozio in Nuova Zelanda, Asics chiede scusa

Fco

Roma, 30 set. (askanews) - Asics, celebre azienda di articoli sportivi, si è dovuta pubblicamente scusare dopo che per diverse ore gli schermi all'esterno di un suo negozio monomarca ad Auckland hanno trasmesso filmati pornografici. Che lasciavano davvero poco all'immaginazione...

I video sono stati trasmessi sugli schermi "promozionali" all'ingresso, fino all'arrivo del personale alle 10 di mattina di domenica. L'azienda giapponese si è giustificata sostenendo che alcuni pirati informatici hanno ottenuto l'accesso al sistema e sono riusciti a trasmettere il contenuto poco edificante.(Segue)