Video shock: Violenza brutale sui detenuti del carcere di Santa Maria Capua Vetere

Le telecamere di sorveglianza hanno registrato fatti agghiaccianti tra le mura del carcere di Santa Maria Capua Vetere, nel casertano. Le immagini denunciano la violenza usata dalle guardie penitenziarie sui detenuti, brutalmente picchiati e umiliati.

Il video diffuso dalla testata “Domani” ha fatto scalpore e ha suscitato diverse reazioni nel mondo politico. La ministra della Giustizia, Marta Cartabia, parla di “Oltraggio alla dignità dei detenuti e tradimento della Costituzione”.

I fatti sarebbero accaduti il 6 aprile 2020, secondo quanto ricostruito dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, quando quasi 300 agenti della Polizia Penitenziaria avrebbero pestato per 4 ore i detenuti del Reparto Nilo, che il giorno prima avevano protestato dopo che si era diffusa la notizia della positività al Covid di un recluso.

Tra gli ufficiali e sottufficiali in servizio quel giorno, otto sono finiti in carcere e 18 ai domiciliari, mentre 23 (tra cui il provveditore regionale alle carceri Antonio Fullone) sono stati raggiunti dalla misura della sospensione dal lavoro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli