Ancora sangue a Baghdad. L’ISIL rivendica: “Autobomba contro gli sciiti”

È stato rivendicato dall’ISIL il sanguinoso attentato avvenuto domenica in un mercato ortofrutticolo di Sadr City, nella parte orientale della capitale irachena. Fonti della sicurezza stimano che il bilancio di 13 morti sia destinato ad aggravarsi, perché molti degli oltre 25 feriti sono in condizioni critiche.

At least 12 killed, 50 wounded in eastern Baghdad car bombing: police and medics https://t.co/mqr3hxrVZ2— Reuters World (@ReutersWorld) 8 gennaio 2017

In un comunicato diffuso online, il sedicente Stato Islamico ha parlato di un’autobomba, diretta a colpire “un assembramento di sciiti”, componente religiosa, maggioritaria nel quartiere. Nella stessa zona, un altro attacco rivendicato dall’ISIL aveva provocato quasi 40 morti lo scorso lunedì, proprio in concomitanza con la visita del presidente francese François Hollande.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità