Birmania, Festival degli spiriti tra business, alcol e misticismo

8 settembre 2012

Rangoon, (Tmnews) - Musica tradizionale e danze sfrenate, alcol e misticismo. E' la "Festa degli spiriti", che ogni anno richiama a Taung Byone in Birmania migliaia di persone e tantissimi medium transessuali. "Lo spirito superiore mi è apparso una volta in sogno - spiega questo medium - Mi portava al settimo cielo per mostrarmi le meraviglie degli spiriti. Ecco perché ho deciso di fare questo mestiere". La festa nasce dalla favola di due fratelli sorpresi a ubriacarsi durante la costruzione di una pagoda per il re. Nella leggenda, dopo essere stati giustiziati dal sovrano, sono diventati degli spiriti. L'alcol ha una funzione importante nella cerimonia. "Quando danzo i miei fedeli mi seguono. E se Dio entra nel mio corpo loro mi offrono da bere". Chi partecipa al festival è convinto che gli spiriti dei due fratelli possano garantire ricchezza e salute ai loro seguaci. Così molti partono in pellegrinaggio per Taung Byone. E una volta arrivati offrono denaro con l'auspicio di guadagnare il favore degli spiriti. "Prego - racconta questa festivaliera - per rendere la mia attività più florida e per essere migliore dei miei concorrenti"

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità