Calais. Via libera giustizia francese a smantellamento della ‘giungla’

Euronews

Alla fine lo smantellamento della cosiddetta giungla di Calais avverrà e avverrà in tempi brevissimi. La giustizia francese ha bocciato il ricorso di un gruppo di 11 associazioni per la difesa dei diritti umani che avevano chiesto al tribunale di Lille che si avviasse un procedimento di valutazione più approfondito sulla sorte delle migliaia di persone bloccate nel Nord della Francia nella speranza di passare nel Regno Unito.

Secondo le stime si trovano attualmente nell’accampamento di Calais tra le 5.700 e le 10.000 persone, in condizioni al limite della sopravvivenza.

“Non ci opponiamo allo smantellamento in sè ma al modo di procedere” spiega Christian Salome, responsabile dell’associazione ‘L’Auberge des Migrants’. “Caricare le persone in degli autobus per portarle in dei centri d’accoglienza dove non hanno niente da fare non serve a nulla, è tempo perso. Sono persone che ritorneranno”.

Il Ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve ha assicurato che ora l’accampamento di Calais verrà sgomberato in tempi brevi, senza confermare tuttavia la data già evocata in precedenza del 24 ottobre.

Intanto ieri un gruppo di 12 minori afgani sono stati trasferiti oltre la Manica dove li attendono i loro familiari grazie ad un accordo bilaterale sui migranti minorenni non accompagnati. Si calcola che a Calais ce ne siamo almeno 1.000.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità