Charlotte, Usa: sfida pacifica al coprifuoco. La polizia interviene coi gas lacrimogeni

Euronews

A centinaia gli abitanti di Charlotte, nel South Carolina, hanno sfidato il coprifuoco imposto dalle autorità dopo l’uccisione dell’afroamericano Keith Scott.

Gli agenti in tenuta antisommossa hanno impiegato i gas lacrimogeni per diperdere i manifestanti, che si erano raccolti in forma del tutto pacifica.

Tra gli abitanti del posto resta alta la paura, come emerge da queste testimonianze:

“Ho un fratello e sento che è mio dovere proteggerlo. D’altra parte lui mi cerca, e questo basta a spiegare quello che faccio.Se me lo portassero via resterei da sola, senza più niente”.

“Cercheremo di lavorare insieme agli altri pastori, per convincere la gente a restare nella legalità, come fatto finora. Non dobbiamo rovinare questo risultato. Sono orgoglioso dei giovani di Charlotte che si sono mobilitati in modo molto corretto, senza cedere alla violenza, come i media vorrebbero che accadesse. E spero che tutto continui così”.

Le proteste erano scoppiate martedi scorso, dopo che un agente ha ucciso a colpi di arma da fuoco un afroamericano di 43 anni. La vittima si trovava nel parchegio di un condominio, ed era in attesa del figlio, all’uscita della scuola.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità