Clima, allarme della Banca mondiale: +4 gradi, rischio cataclismi

19 novembre 2012

Milano, (TMNews) - I cambiamenti climatici sono un tema che appassiona e divide, ma l'ultimo rapporto della Banca Mondiale lancia un allarme al massimo grado: entro il 2060 - secondo lo studio - le temperature medie sono previste in rialzo di 4 gradi, con conseguenze devastanti.

"Questo rapporto - spiega il presidente della World Bank Jim Yong Kim - prevede distruzioni di massa, e verranno meno i servizi essenziali, intere popolazioni che vivono sulle coste saranno sommerse. E la cosa peggiore è che gli effetti peggiori si avranno sui Paesi più poveri".

Scenari apocalittici, dunque, che vengono da una ricerca che è stata sottoscritta da alcuni degli scienziati più importanti al modo. E il suggerimento, per scongiurare il peggio, è quello di aumentare l'azione preventiva, come migliore assicurazione per il futuro". Futuro che, in mancanza di azioni decise, potrebbe essere davvero spaventoso: intere nazioni in carestia, metropoli senz'acqua... "La finestra di opportunità è molto stretta - aggiunge il presidente della Banca Mondiale - dobbiamo agire subito".

Il rischio è dunque altissimo, e concreto. E se non si interverrà presto per contrastare i cambiamenti climatici il mondo potrebbe trovarsi in una situazione alla quale, secondo lo studio scientifico, "non vi è alcuna certezza" che l'umanità si possa adattare.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità