Germania: inaugurata ad Amburgo la Elbphilarmonie

La Elbphilharmonie di Amburgo ha finalmente aperto al pubblico. I lavori al progetto, che porta la firma degli architetti svizzeri Herzog & De Meuron, erano iniziati dieci anni fa. La struttura, con una base a mattoni a vista e la parte più elevata in vetro, con una sagoma che ricorda le onde del mare, ha ridisegnato la skyline della città tedesca.

Costata 800 milioni di euro, è stata realizzata sui resti di un antico magazzino portuale in cui venivano stoccati té, tabacco e cacao.

Ad inaugurare la sala concerti da 2100 posti il concerto della filarmonica diretta da Thomas Hengelbrock. “L’atmosfera che si crea nella grande sala è speciale. Hai la sensazione di essere vicino al pubblico. Puoi vedere e sentire ogni posto perfettamente”.

Il concerto inaugurale ha dato inizio a un festival musicale di tre settimane con un programma che spazia dal Rinascimento ai giorni nostri. Ma il momento culminante saràla messa in scena dell’opera realizzata appositamente per questa occasione da Wolfgang Rihm)/, il maggior compositore tedesco vivente.

“Volevamo rappresentare – spiega Christoph Lieben-Seutter, direttore artistico e generale dell’Elbphilarmonie – il meglio della vita musicale di Amburgo, di tutte le orchestre di Amburgo. Tutti si attendevano che gli artisti più famosi del mondo, tutte le grandi orchestre, venissero ad Amburgo. Ma è un edificio nuovo per cui ci si attendeva anche musica nuova e nuove esperienze. L’Elbphilarmonie è anche chiamata ‘La casa per tutti’ per cui era estremamente importante che accogliesse chiunque, anche le persone che ancora non fanno parte della musica classica”.

I cinquecentomila biglietti per le opere in programma nei primi sei mesi del 2017 sono già stati tutti venduti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità