Il gelato espresso "arrotolato" in diretta e personalizzabile

Askanews

Roma, 18 ott. (askanews) - Era uno degli stand più affollati del Maker Faire. Una fila di curiosi venuti ad assaggiare Mashcream, il gelato espresso preparato dal vivo e personalizzato sulla base dei gusti personali. Uno degli esempi di innovazione che si fonde con la tradizione portati dal Food Innovation Program, il master creato dall'università di Modena e Reggio Emilia.

A spiegare come funziona, in un raro momento di pausa, è lo stesso gelataio, Giacomo Bizzarri. "Presento un gelato alternativo, preparato al momento su una piastra refrigerata a meno 25 gradi. Non impiego i classici macchinari della gelateria tradizionale, né il mantencatore, né il pastorizzatore, ma una piastra che mi permette di lavorare un gelato di fronte al cliente partendo da una base neutra. E il cliente personalizza il gelato con i cliente che preferisce".

"Inizialmente le persone lo confondono con una crèpe, però la piastra non è calda ma a meno 25 sottezero. Facciamo gelato continuamente, è un metodo che coinvolge le persone che per la prima volta vedono preparare gelato davanti ai propri occhi oltre a personalizzarlo con gli ingredienti che preferiscono".

Un po' di pazienza quindi e buon appetito.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità