Il villaggio catalano ribelle che non paga più tasse a Madrid

TmNews

Gallifa, (TMNews) - La bandiera catalana sventola sul Municipio di Gallifa, villaggio a 35 chilometri da Barcellona. Ma non è l'unico modo in cui i 200 abitanti di questo minuscolo paese hanno deciso di rivendicare l'indipendenza dalla Spagna: d'ora in poi le tasse non verranno più pagate al governo centrale di Madrid. A guidare la rivolta, il sindaco Jordi Fornes, che parla solo catalano e si rifiuta di usare lo spagnolo.

"Noi non pensiamo che questa sia davvero una ribellione perché stiamo ancora pagando le nostre tasse. L'unica differenza è che invece di inviarle alle autorità spagnole le mandiamo a quelle catalane. Stiamo perdendo un sacco di soldi privati e pubblici che vengono mandati allo Stato spagnolo e non tornano a noi".

Gallifa così è diventato uno dei 100 paesi autodichiaratisi indipendenti, in attesa di un referendum a cui secondo i sondaggi il 46% degli 8 milioni di catalani voterebbe a favore dell'indipendenza.

Numeri da Paese diviso, tanto che anche nella piccola Gallifa c'è indecisione.

"Per ora aspetto di vedere cosa succede - dice Andrès Paez - Non sono convinto di questa questione dell'indipendenza".

(Immagini Afp)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità