Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità

Israele tratta al Cairo per cessate il fuoco con Hamas

19 novembre 2012

Un cessate il fuoco sembra ancora un miraggio e per ora il vento di guerra di Israele soffia più forte che mai nella Striscia di Gaza. Lo Stato ebraico mantiene le sue truppe schierate al confine con il territorio amministrato da Hamas benchè pare che i vertici militari spingano meno per un intervento di terra di quanto non lo faccia il Premier Benjamin Netanyhau. Il governo israeliano si era impegnato ad evitare l’intervento militare se i lanci di missili da parte di Hamas non fossero cessati entro 48 ore. Un rappresentante israeliano è stato inviato al Cairo per colloqui indiretti con Hamas. Mentre il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius ha incontrato il Presidente israeliano Shimon Peres: “Siamo molto preoccupati perchè la tensione, l’escalation è sempre più evidente” ha detto “e noi, la Francia come potenza di pace, vogliamo contribuire a fermare questa escalation”. Fabius, che ha incontrato anche il Presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas, ha insistito sul fatto che la guerra non è un’opzione e comunque non una soluzione alla crisi in atto.