La battaglia per Mossul “potrebbe durare mesi”

Euronews

L’avanzata delle forze anti-Isil verso Mossul sembra rallentare, mentre Baghdad ripete che i militari turchi non dovranno entrare in città, ma Ankara rifiuta di ritirare i suoi soldati dall’area.

Il Ministero della Difesa francese prevede che la battaglia per Mossul possa durare settimane o forse mesi.

I Peshmerga curdi, dopo aver annunciato di essere arrivati ad una quindicina di chilometri dalla città e aver occupato alcuni villaggi, si sarebbero fermati.

E una tv curda mostra civili che scappano dai bombardamenti, mentre le organizzazioni umanitarie prevedono una fuga di massa che potrebbe saturare tutti i campi profughi.

Le agenzie dell’Onu si aspettano che il vero esodo cominci tra cinque o sei giorni e che 200.000 persone possano spostarsi “nelle due prime settimane”.

I jihadisti fanno capire di non voler mollare e diffondono un video che mostrerebbe la distruzione di un carro armato iracheno.

Intanto ci si interroga su cosa accadrà dopo la possibile riconquista di Mossul. Il generale iracheno Fadhil Jalil

Al Barwari, a capo dell’unità speciale

antiterrorismo, afferma in un’intervista che “ci sono due corridoi già aperti per permettere ai jihadisti di fuggire verso la Siria”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità