La Cina cresce del 6.7% nel terzo trimestre, in linea con le previsioni

Euronews

Crescita della domanda aggregata e riforme strutturali sul fronte dell’offerta. I dati sulla crescita nel terzo trimestre danno ragione alla ricetta economica cinese: +6.7%, in linea con gli obiettivi.

Resta irrisolto il problema delle sovracapacità produttive, in particolare sull’acciaio, al centro di una battaglia ‘doganale’ con l’Europa. E restano i dubbi sulla veridicità delle statistiche cinesi.

“I governi locali hanno riferito che alcune aziende sono tentate di tornare alla piena capacità produttiva – dice Sheng Laiyun, dell’istituto nazionale di statistica cinese – Ma ci sono un paio di cose che vorrei sottolineare: prima di tutto, le riforme strutturali sono centrali nella politica del governo per adattarsi alla nuova normalità, la seconda è che la direzione è quella giusta”.

Tengono i consumi con un più 10,7%, ma con il consistente contributo del credito bancario. Secondo la tenuta della crescita è stata “pagata” elargendo di fatto altri stimoli all’economia, specialmente sugli immobili, e questo si farà sentire sui dati di fine 2017.

Il made in Italy vola: aumento in doppia cifra ad agosto. E l’export verso la Cina decolla https://t.co/QqFBo4h9Te— la Repubblica (@repubblicait) October 17, 2016

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità