La torre solare piu’ alta del mondo

Israele sta costruendo la torre solare termica più alta del mondo ben 250 metri sopra il deserto del Negev. Equivalente a un edificio di 80 piani a 35 km a sud di Beersheba.

Il progetto si compone di tre lotti, con un quarto previsto per il futuro, ognuno con una diversa tecnologia solare. Tutto attorno ci sono 50.000 specchi che riflettono i raggi solari, una superficie scintillante di vetro grande un 1 km quadrato su di una estensione di 3 km quadrati.

ERAN GARTNER, Direttore MEGALIM POWER LTD: “La nostra centrale è quello che si definisce ‘energia solare concentrata’, cioè con 50.000 specchi eliostati, con un milione di mq. Superfici riflettenti che concentrano tutta la luce solare sulla torre solare dietro di me. La torre solare alla fine sarà alta 250 metri, la più alta torre solare in tutto il mondo, e nella sua parte superiore c‘è la nostra caldaia, che raccoglie i raggi del sole e li converte, trasforma l’acqua in vapore, per far girare le turbine di una centrale elettrica convenzionale.”

Una volta completata (entro il 2017 o il 2018), la stazione solare termoelettrica sarà in grado di generare quotidianamente fino a 310 megawatt di elettricità, sufficiente ad alimentare 130.000 abitazioni, cioè il 5 per cento della popolazione di Israele.

L’altezza della torre è direttamente proporzionale alla quantità di terreno dedicata al progetto.

ERAN GARTNER: “La ragione per cui questa è la torre più alta del mondo non risale alle ricerca di un record mondiale ma a causa della densità del campo solare. Più si accorpano gli eliostati, più alta deve essere la torre, quindi non ci sono interferenze tra i filari di specchi. Israele voleva ottenere un massimo sfruttamento della terra in termini di energia elettrica per parcella di terreno e questa è la ragione per cui la torre è cresciuta in altezza”.

Israele ha sviluppato alcune delle attrezzature ad energia solare fra le più avanzate del mondo e gode di un insolazione fortissima su tutto il suo territorio. Eppure paesi come la Germania hanno di gran lunga superato Israele nell’ambito delle energie rinnovabili. La Germania ottiene dalle fonti rinnovabili una percentuale altissima in relazione alla totalità del suo fabbisogno energetico.

LEEHEE GOLDENBERG, DIRETTRICE del DEPARTMENT OF ECONOMY AND ENVIRONMENT, ISRAEL UNION ENVIRONMENTAL DEFENSE: “Rispetto a paesi come la Germania le cui risorse rinnovabili soddisfano il 35% del suo fabbisogno intero, Israele ha un rapporto di appena 2,5% di energie rinnovabili sul totale del consumo energetico. Se da una parte si sono visti passi significativi negli ultimi tempi per quanto riguarda le scelte burocratiche, in tema di energia Israele non ha davvero spinto abbastanza per raggiungere i suoi obiettivi in materia di energia solare”.

Fino ad oggi Israele è andata avanti solo con tradizionali fonti energetiche inquinanti, tuttavia l’obiettivo di soddisfare il 10 per cento dei suoi bisogni con fonti rinnovabili entro il 2020 e l’aggiunta del mega progetto solare potrebbero rilanciare il paese in una posizione di avanguardia. Anche la legislazione locale ha promosso alcuni incentivi per le rinnovabili

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità