Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità

Libia, il cambiamento passa anche attraverso la nuova università

17 ottobre 2012

Tripoli, (TMNews) - Il cambiamento, per ora, è solo di superficie. Sui muri dell'università di Tripoli i graffiti della rivoluzione hanno sostituito la propaganda del regime di Gheddafi. Un anno dopo la morte dell'ex dittatore si sente la necessità di un cambiamento anche all'interno delle aule dove nuovi programmi stanno rimpiazzando quelli focalizzati sull'analisi minuziosa delle idee politiche dell'ex rais. Per alcuni docenti l'istruzione è fondamentale per sbarazzare la Libia dall'ingombrante eredità del passato. Ma non esiste istruzione senza stabilità politica. Come spiega Mahmoud Ramadan, professore di agronomia. "Per cambiare la Libia secondo i principi della rivoluzione che ha deposto Gheddafi, è necessario avere un governo stabile in grado di controllare il ministero dell'Istruzione e di trasmettere le ripercussioni programmate su tutto il sistema educativo". Le nuove autorità di governo raccomandano di migliorare l'insegnamento delle lingue straniere e delle nuove tecnologie, elementi essenziali in un paese il cui sviluppo dipende strettamente dalle esportazioni di petrolio. Ma burocrazia e corruzione ereditate dall'ex regime rallentano il cambiamento all'interno di un paese che conta 530mila studenti. La sfida principale per la nuova università libica diventa quella di sbarazzarsi della cultura del favoritismo e dei baroni per trovare una soluzione alla mancanza di formazione dei professori. "La prima cosa da aggiornare - spiega questa studentessa di medicina - sono i laboratori ma vogliamo anche professori preparati perché alcuni membri del corpo docente sono assolutamente incapaci di insegnare". (Immagini Afp)