Mi chiamo Francesco Totti, Alex Infascelli: 'Nei suoi occhi ho rivisto l'immensità di Kurt Cobain'

Il 19-20-21 al cinema arriva il docufilm 'Mi chiamo Francesco Totti' diretto da Alex Infascelli. Un ritratto a 360 gradi del Capitano della Roma in un perfetto equilibrio tra l'uomo e la sua vita priva e l'atleta. "Non è stato difficile mantenere questo equilibrio, - ha detto il regista ai nostri microfoni -perché è lui stesso a mantenerlo e ce lo racconta in ogni passo della sua vita: non è mai troppo calciatore e non è mai troppo persona che si discosta dal calcio dal campo. Porta la sua vita privata nel campo, e il campo nella sua vita privata." Negli occhi Totti, Infascelli ha ritrovato l'immensità e l'infinito dello sguardo di Kurt Cobain. "Guardare negli occhi di Francesco - dice Infascelli - mi ha dato la sensazione di guardare nell'infinito, come quando guardai in quelli di Cobain." Crediti foto@Vision Distribution