Olio d'oliva alleato contro diabete: risultati dopo 8 settimane

TmNews

Napoli, (TMNews) - L'olio d'oliva è un prezioso alleato nella lotta contro il diabete di tipo 2 - quello che arriva in genere in età adulta riducendo l'accumulo di grasso nel fegato. Lo dimostra una ricerca della Società italiana di diabetologia dell'Università Federico II di Napoli come spiega il professor Giovanni Annuzzi.

"Abbiamo visto che con una dieta ricca di acidi monoinsaturi, quindi olio di oliva, si riduce del 30% l'accumulo di grassi nel fegato dei pazienti".

I primi risultati del cambio di alimentazione si vedono già nel giro di 8 settimane. Per i pazienti di diabete di tipo 2 il controllo dell'alimentazione è fondamentale. Oltre alla dieta mediterranea è fortemente consigliato preferire l'olio d'oliva come condimento, con la quantità approssimativa di 4-5 cucchiai al giorno, questo porta notevoli benefici come spiega il dottor Gabriele Ricciardi.

"Aiuta a ritardare l'invecchiamento, il processo dell'arteriosclerosi e a prevenire le malattie cardio vascolari oltre al diabete".

Non eccedere e mantenere un giusto peso e assumere alimenti ricchi di fibre rimane l'obiettivo principale per una sana alimentazione e per la prevenzione di molte malattie.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità