Putin, la Merkel e le Pussy Riot: il video "antisemita"

19 novembre 2012

Mosca (TMNews) - Sono queste le immagini, diffuse anche sul Web, della performance estrema delle Pussy Riot, il controverso gruppo punk condannato in Russia per blasfemia, che il presidente russo Vladimir Putin ha definito "antisemita" in un colloquio con la cancelliera tedesca Angela Merkel. In realtà pare che Putin abbia commesso un "errore", così dice la stampa russa, e abbia dato alla Merkel una versione non veritiera dei fatti. La performance, datata 2008 e realizzata in un centro commerciale della capitale russa, era invece uno show contro l'odio verso le minoranze e gli omosessuali: a essere simbolicamente impiccati nel supermercato, infatti, erano cinque persone, due lavoratori stranieri, due gay, e una di origine

ebraica. Sul fronte tedesco si sono levate parecchie critiche per l'uscita di Putin, fatta in un contesto ufficiale. E anche in Russia in molti hanno criticato il presidente, e sui giornali sono apparse espressioni forte come "disastro di pubbliche relazioni".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità