Sandy terrorizza gli Usa, Obama: pericolo da prendere seriamente

TmNews

New York (TMNews) - "E' una tempesta grande e seria e il mio primo messaggio a tutti gli abitanti della costa orientale, andando verso nord è: prendete questo allarme molto seriamente". E' un Obama serio e preoccupato quello che ha parlato alla nazione per mettere gli americani in guardia rispetto all'arrivo dell'uragano Sandy, che ha già lasciato dietro di sé una lunga scia di morti e devastazioni tra Haiti, Cuba e le Bahamas nella sua devastante avanzata verso le coste americane.

"Non sappiamo ancora dove andrà a colpire - ha continuato il presidente degli Stati Uniti - dove l'impatto sarà maggiore. Per questo è molto importante da parte nostre rispondere alla grande e in modo rapido alle informazioni locali che stanno cominciando ad arrivare".

Il dispositivo di sicurezza per fronteggiare la tempesta prevede la chiusura di scuole e trasporti pubblici, il blocco di un gran numero di voli e l'evacuazione di 375mila persone dalle zone più a rischio di New York.

"Un'altra cosa che rende questa tempesta unica - ha concluso Obama - è che si sta muovendo molto lentamente. Questo vuol dire che potrebbe volerci molto tempo per tornare alla normalità dopo il suo passaggio, ad esempio per ripulire le strade dagli alberi caduti e rimettere le cose a posto in modo che la gente possa muoversi per tornare a casa".

(Immagini AFP)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità