Trump: “non sono ricattabile”

Dopo l’autodifesa su twitter il nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sfrutta l’occasione della prima conferenza stampa a pochi giorni dall’insediamento, per prendere le distanze dalle ultime rivelazioni sul suo conto.

In allegato al rapporto degli 007 sul ruolo degli hacker russi nella campagna elettorale, i principali media americani tra cui la Cnn, hanno diffuso nelle ultime ore il contenuto di un “dossier” su Trump, consegnato all’Fbi lo scorso dicembre dal senatore repubblicano McCain.

Rivelazioni “compromettenti” anche sulla vita privata di Trump, che se verificate, renderebbero ricattabile il presidente. La natura dei rapporti con Mosca, passerebbe, stando ai documenti, da scambi di favori non solo di natura commerciale, ma anche di tipo sessuale.

Affermazioni definite “notizie false” dal presidente su twitter,come poi ribadito successivamente in conferenza stampa durante la quale Trump non si è risparmiato l’attacco diretto ai giornalisti. E’ il caso del battibecco con un giornalista della Cnn, dal quale il presidente eletto non ha voluto accettare la domanda.

I win an election easily, a great “movement” is verified, and crooked opponents try to belittle our victory with FAKE NEWS. A sorry state!— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 11 gennaio 2017

La Cnn infatti è stata criticata da Trump più volte durante il suo intervento.Tra gli argomenti affrontati anche la questione del muro da costruire al confine con il Messico, il conflitto d’interessi e l’abrogazione della riforma “Obamacare”.

Intelligence agencies should never have allowed this fake news to “leak” into the public. One last shot at me.Are we living in Nazi Germany?— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 11 gennaio 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità