Usa: aperta inchiesta su operato Fbi in merito al caso “emailgate”

Fa ancora parlare il caso “emailgate”. Questa volta al centro del mirino la stessa Fbi e il suo operato su come sono state condotte le indagini sul caso delle email di Hillary Clinton, gestite da un server privato, all’epoca in cui era Segretario di Stato.

La decisione del Dipartimento di giustizia, nasce dalle critiche che sono state rivolte all’Fbi non solo da parte di alcuni membri del congresso, ma anche da cittadini privati. Le indagini sullo scandalo, scoppiato prima della candidatura della Clinton, si erano concluse scagionando l’ex Segretario di stato.

In particolare, sotto la lente di ingradimento dell’ispettore del dipartimento le procedure adottate dall’Fbi a pochi giorni dall’Election Day, quando con una lettera, James Comey Direttore dell’Fbi, annunciava la riapertura del caso. Un’inchiesta presto chiusa per l’assenza di elementi di reato , ma sulla quale sono piovute le critiche della candidata e dei democrati che hanno attribuito all’accaduto la ragione della sconfitta.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità