Usa, non ti fermi allo Stop? Allora lo "Stop-velox" ti fotografa

19 settembre 2012

Washington (TMNews) - Un brutto incidente; ecco cosa può accadere quando non si rispetta un segnale di stop a un incrocio. Internet e Youtube sono pieni, anche a scopo educativo, di esempi del genere. A Santa Monica, in California dal 2007 esiste un sistema di dissuasione sperimentale per obbligare gli automobilisti a rispettare il segnale di arresto: una sorta di stop-velox che scatta una foto del trasgressore quando non si ferma. Croce e delizia di guidatori e pedoni questo sistema sta per essere adottato anche da altre città, tra cui Washington, ma non tutti ne sono entuisiasti.

"Dateci un po' di tregua - dice quest'uomo - bisogna togliere queste fotocamere, è fuori discussione". "Non penso che le dovrebbero mettere anche sui segnali di 'Stop' - aggiunge questa ragazza - penso che sia un po' troppo". Le fotocamere ai segnali di stop hanno trasformato la Capitale californiana in una sorta di "grande fratello" automobilistico e fruttato alle casse statali nel 2011 quasi 2 milioni di dollari grazie alle multe. E ora anche Washington si sta attrezzando per piazzarne 16 nei punti strategici della città. Tuttavia la polizia sottolinea che non si tratta di una scelta per fare cassa.

"L'unico obiettivo del dipartimento di polizia .- spiega il vice comandante della polizia di Washington - è ridurre il numero degli incidenti e dei feriti". Prima dell'entrata in funzione, comunque, ai cittadini sarà concesso un periodo di 30 giorni affinché possano abituarsi all'idea di essere spiati, anche allo stop.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità