Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità

New York si prepara alla 67esima Assemblea generale dell'Onu

25 settembre 2012

New York(TMNews) - Le Nazioni Unite si preparano a ricevere i leader mondiali arrivati a New York per partecipare alla 67esima Assemblea dell'Onu dedicate a una serie di pressanti emergenze come povertà, riscaldamento globale e le crescenti tensioni in Medioriente e in Africa. Il premier Mario Monti sarà presente al Palazzo di Vetro per l'apertura del dibattito generale, intorno alle 15 italiane. Previsto anche un breve intervento del presidente statunitense Barack Obama che, in vista delle presidenziali di novembre ha deciso di assumere un low profile, rinunciando ai bilaterali con i leader degli altri paesi. Tutti i riflettori saranno puntati sull'intervento del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, in vista anche di un possibile attacco israeliano contro gli impianti nucleari della Repubblica islamica. Ahmadinejad ha già scaldato i motori in un'intervista alla Cnn in cui, tra l'altro, ha detto che la difesa dell'omosessualità, condannata "da tutti i profeti, tutte le religioni e tutte le confessioni", è affare dei capitalisti che non si preoccupano dei veri valori umani. Quando gli è stato chiesto se la guerra con Israele sia alle porte, il presidente iraniano ha risposto in maniera evasiva. "Sappiamo tutti che i sionisti sono degli avventurieri, sempre in cerca di fabbricare dei pretesti, e personalmente ritengo che si considerino all'ultima spiaggia. Per questo credo che stiano cercando opportunità per i loro comportamenti avventuristici". Secondo alcune indiscrezioni, in vista del suo intervento, Ahmadinejad sarebbe stato ammonito dal segretario dell'Onu Ban Ki-Moon sulle possibili conseguenze sull'intero Medioriente di un intervento dai toni troppi esplosivi.