Vienna, muoiono per denutrizione una mamma e le due figlie gemelle

polizia vienna

Una donna di 45 anni e le sue due figlie di 18 sono state trovate morte in una palazzina alla periferia di Vienna, in Austria. Il decesso, secondo l’autopsia, sarebbe avvenuto due mesi prima e la causa della morte sarebbe la denutrizione.

Il ritrovamento dei corpi

A Floridsdorf, nei pressi di Vienna, sono stati rinvenuti i corpi di una mamma di 45 anni e delle sue due figlie gemelle di 18. Le ragazze avevano entrambe dei problemi psichici e di disabilità cognitiva. La scoperta è avvenuta il 21 maggio 2019, ma l’autopsia ha rivelato che la morte delle tre donne sarebbe avvenuta due mesi prima. La causa è da rintracciare in un caso di denutrizione. A lanciare l’allarme è stato un amico di famiglia che si era recato nelle palazzine popolari della capitale austriaca: l’uomo non sentiva nessuna delle tre donne da settimane. La polizia e le forze dell’ordine, giunti sul posto a seguito delle segnalazioni, hanno scoperto il dramma.

Le vittime

Gli inquirenti hanno da subito escluso l’ipotesi di omicidio, in quanto la serratura della porta di ingresso era ben chiusa. Non si tratterebbe nemmeno di violenza perché i corpi non riportano lividi. Vesna, la madre, era serba di origini e il suo corpo è stato trovato accasciato sul pavimento. Le salme delle ragazze, invece, giacevano sul divano. I vicini hanno dichiarato di aver sentito più volte la famiglia litigare e di aver segnalato le discussioni frequenti ai servizi sociali. Le giovani adolescenti, affette da problemi psichici, avevano abbandonato la scuola nel 2016. La madre, divorziata dal marito, aveva ottenuto l’appartamento due anni prima.