Vienna, Senato osserva un minuto di silenzio per le vittime

Gal
·1 minuto per la lettura

Roma, 3 nov. (askanews) - L'aula del Senato ha osservato un minuto di silenzio per le vittime dell'attentato di Vienna. La vicepresidente Paola Taverna, aprendo la seduta, ha sottolineato che "l'aggressione violenta e vile, in disprezzo della vita delle persone, della storia e della cultura di una delle capitali dell'Europa, rappresenta, non solo una ferita profonda per Vienna, per l'Austria e per il suo popolo, ma anche una inaccettabile minaccia verso i valori e i diritti fondamentali della civiltà e della democrazia. Nessuna ragione, nessuna ideologia, nessuna attenuante possono giustificare condotte che rappresentano crimini contro la stessa umanità. Di fronte al dolore, allo smarrimento, alla privazione violenta della libertà deve levarsi, unanime, la risposta comune, fondata sulla condanna senza incertezze di ogni intimidazione e violenza e, allo stesso tempo, sulla piena solidarietà e vicinanza alle vittime innocenti e all'Austria intera, verso la quale oggi ci sentiamo ancora di più stretti da legami e sentimenti di autentica amicizia". Infine Taverna ha chiesto all'aula un minuto di silenzio e di raccoglimento "in ricordo delle vittime, con gratitudine verso i soccorritori e in spirito di partecipazione verso i cittadini e le istituzioni austriache".