Vietata la vendita del Foie Gras: è fuori legge

vietata vendita foie grass

Il consiglio comunale della città di New York, Stati Uniti d’America, ha messo al bando il foie gras. Decisione presa dopo una votazione: la vendita del prodotto, icona del made in France, è vietata.

Coloro che non seguiranno il provvedimento, andranno incontro a pesanti sanzioni. I ristoranti o i rivenditori di beni alimentari che violeranno il divieto, infatti, potranno incorrere ad una multa che può arrivare fino a 1.000 dollari, oltre ad essere condannati ad un anno di carcere.

Vietata la vendita del Foie Gras

La decisione è presa per via del (crudele) processo di produzione di questo alimento, il quale implica un trattamento “gavage”, un’alimentazione forzata da sempre nel mirino degli animalisti. Per poter ottenere il foie gras, infatti, le anatre e le oche vengono obbligate a nutrirsi a dismisura ingolfando di grassi (gras) il fegato (foie), che aumenta dieci volte il normale.

A partire dalla fine di Ottobre 2022, tre anni dopo l’adozione della legge, sarà vietato. Qualsiasi esercizio di commercio di prodotti alimentari non potrà vendere, servire o anche detenere foie gras. New York si unirà così allo Stato della California, dove il marketing è vietato da Gennaio 2019. La battaglia legale su questa decisione, continua. Infatti, rivenditori e ristoratori della celebre città americana sono in protesta, accusando le autorità di scelte eccessive e radicali.

Sono oltre mille i ristoranti che a New York servono piatti a base di foie gras, facendone una delle loro pietanze principali. Inoltre, la decisione mette in serio pericolo non solo il loro futuro, ma anche quello dei lavoratori. Sono in centinaia ad essere impegnati nei diversi stadi del processo produttivo, a partire dall’allevamento di circa 350mila tra anatre ed oche all’anno.